Starvie Tritòn Pro 2021

Starvie è uno dei brand che maggiormente insiste sulla realizzazione artigianale dei suoi prodotti e le sue racchette sono di qualità davvero elevata. Il marchio prevede la realizzazione dei suoi telai uno ad uno, con un controllo davvero elevato sui prodotti e un’attenzione notevole ai dettagli, soprattutto se si pensa che le Starvie sono racchette praticamente artigianali. Nella gamma Premium, di queste pale made in Spain, è composta da tre racchette: Metheora Warrior, Tritòn e Tritòn Pro. In questa recensione ci occupiamo di quest’ultima, la variante più aggressiva tra le racchette Starvie.

starvie triton pro

Tritòn Pro è una pala con forma a goccia, leggermente tendente verso il diamante, con una struttura spessa 38 millimetri e una geometria del fusto monolitica, senza svaso nelle estremità delle facce. Il telaio è realizzato totalmente in carbonio, così come anche le facce, che hanno una vernice trasparente a mostrare le fibre intrecciate al di sotto. Il peso dichiarato oscilla tra 350 e 385 grammi, ma più frequentemente Triton Pro riporta un peso a ridosso dei 370 grammi, 371 per l’esemplare in prova, mentre il bilanciamento è alto, 26.5 centimetri, grazie anche alla densità media del nucleo, in EVA, e all’ampiezza della porzione superiore. Le facce hanno una finitura molto particolare, a rilievo, denominata Full Plane Effect, per aumentare la presa delle rotazioni, con un disegno proprietario di Starvie, che ricopre solo la parte forata della struttura, mentre il resto è realizzato con vernice lucida in ogni punto. Sulla testa della racchetta vi è una leggera rientranza per far spazio al bumper, ed infatti è già applicata in produzione una protezione a nastro, con il logo dell’azienda e disegni che richiamano il tritone. Andando al manico, si trova una impugnatura un po’ meno voluminosa rispetto alla media, ma con una estensione maggiore. L’azienda dichiara una maggiore lunghezza dell’impugnatura di 1 centimetro per accogliere meglio mani voluminose e giocatori bimani, senza però impattare sulla lunghezza dell’attrezzo, che misura regolarmente 455 millimetri. Infine, il fondello, di colore bianco, ha una forma ovale, senza gli intagli dell’ottagono, che risulta comoda nella presa e ben proporzionata per sentire la fine del grip. Considerata la dimensione dell’impugnatura, è consigliabile adoperare due overgrip oppure sostituire il grip di serie, abbastanza sottile, con uno di spessore almeno da 1,8 millimetri.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn

Leave a Reply